Consulenza direzionale VRD Consulting

“….Infine, stanco di tutte quelle domande, oltremodo infastidito da un avvocato particolarmente offensivo, Ford puntò il dito contro di lui ed esclamò: “Se volessi davvero rispondere alle domande insulse che mi pone, o alle migliaia che mi vuole porre, mi permetta di ricordarle che nel mio ufficio ho una fila di bottoni elettrici che posso pigiare quando voglio per convocare chi mi dà la risposta esatta a tutte le questioni relative ai miei affari. Ora, vuole spiegarmi perché dovrei riempirmi il cervello con un sacco di nozioni generiche per tenere testa agli stupidi che mi pongono domande, visto che ho a disposizione tutti gli uomini che voglio per avere i fatti che mi servono quando mi servono?”

Henry Ford fu offeso in un giornale dove veniva definito “pacifista ignorante”. Ford querelò il direttore per calunnia. In tribunale, la tesi degli avvocati del giornale era quella di dimostrare l’ignoranza di Ford facendogli domande di cultura generale. Quella sopra fu la risposta di Ford.
La logica della risposta era certamente ottima.

L’avvocato era steso, zittito. Tutti i presenti nel tribunale si resero conto che non avevano di fronte un ignorante, ma un uomo veramente istruito. E’ davvero istruito chi sa dove attingere le conoscenze quando ne ha bisogno e come organizzarle in forma di progetti pratici. Grazie all’aiuto della sua “alleanza di cervelli”, Ford poteva disporre delle nozioni specialistiche che gli servivano per diventare uno degli uomini più ricchi d’America. Non era essenziale che ingombrasse la mente con una zavorra di nozioni.

Tratto dal libro Pensa e arricchisci te stesso di Napoleon Hill

E tu come prendi le decisioni per la tua impresa? Pensi che come te nessuno possa capire la tua azienda? Pensi di poter far tutto da solo? Come hai visto, Ford, il nono uomo più ricco della storia, non esitava a chiedere un parere ai suoi specialisti.

Rifletti su queste due frasi “anche una goccia d’acqua ti può affogare se ci sei dentro” e “un problema non può essere risolto allo stesso livello con cui è stato creato”. Anche le piccole cose possono diventare problematiche e spesso insormontabili se si affronta il problema con le stesse competenze che è stato creato.

L’investimento necessario per una consulenza direzionale è notevolmente inferiore alle spese che potresti sostenere in prove ed errori fatti in autonomia. In quasi tutti i settori i margini si sono ridotti rispetto a qualche anno fa e gli errori concessi sono sempre meno.

Cosa significa fare operazioni di ristrutturazione finanziaria?

Significa, innanzi tutto, fare un’analisi molto accurata della situazione relativa all’indebitamento aziendale. Ma poi, significa scoprire gli aspetti finanziari illeciti, poco chiari e non correttamente pattuiti, analizzare le proposte finanziarie di altri fornitori banche e, dunque rinforzare la gestione finanziaria dell’azienda.
Successivamente, attraverso l’analisi di bilancio sarà possibile ricalcolare il così detto rating. Solo così sarà possibile inziare la fase di ristrutturazione finanziaria detta consolidamento debiti, ripulando così la Centrale Rischi.